23 novembre 2017 - Misure di contrasto alla povertà: disponibili le istruzioni operative INPS17 novembre 2017 - Whistleblowing: approvata definitivamente la proposta di legge15 novembre 2017 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 201714 novembre 2017 - Assegno di natalità 2017 - DSU da presentare entro il 31 dicembre 201713 novembre 2017 - Controlli automatizzati: istituiti i codici tributo07 novembre 2017 - Distacco transnazionale - il Ministero aggiorna le faq27 ottobre 2017 - Edilizia: per l’iscrizione alle Casse edili è necessario il Durc

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Abolito il registro infortuni in favore del “cruscotto infortuni”
06
gen
2016

Con Circolare n. 92 del 23 dicembre 2015, l'Inail comunica l'abolizione dell'obbligo di tenuta del registro infortuni, in accordo con quanto stabilito dal D.Lgs. 151/2015, in favore del rilascio del "cruscotto infortuni".

Tramite tale strumento il personale ispettivo potrà consultare gli infortuni occorsi a partire dal 23 dicembre 2015 ai dipendenti prestatori d’opera e denunciati dal datore di lavoro all’Inail.

Nella Circolare in commento, l'Istituto precisa che l'abolizione non incide sull’obbligo del datore di lavoro di denunciare all’Inail gli infortuni occorsi ai dipendenti, ai sensi dall’art.53, D.P.R. n.1124/65.