02 luglio 2018 - 31 luglio 2018: scade il CCNL Commercio Confcommercio21 giugno 2018 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di maggio 201817 maggio 2018 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di aprile 201802 maggio 2018 - Rapporto sulla situazione del personale uomo donna: disponibile il manuale utente per l'invio18 aprile 2018 - Interpelli Agenzia delle Entrate: aggiornati gli indirizzi per l'invio16 aprile 2018 - Disponibili via web i modelli precompilati dell'Agenzia delle Entrate09 aprile 2018 - Rapporto biennale parità uomo - donna: scadenza il 30 aprile 06 aprile 2018 - Fissate le prestazioni economiche 2018 di malattia, maternità e tubercolosi05 aprile 2018 - Pensioni - l'INPS chiarisce i nuovi requisiti di accesso29 marzo 2018 - Linee di indirizzo triennali dell’azione in materia di politiche attive: pubblicato il decreto in GU

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Amministratore di s.p.a.: natura del rapporto e pignorabilità dei compensi
09
feb
2017

La Corte di Cassazione a sezioni unite, con la pronuncia n. 1545 del 20 Gennaio 2017, risolve un annoso dibattito giurisprudenziale e dottrinale, relativo alla natura del rapporto esistente fra amministratore unico (o consigliere di amministrazione) e società per azioni, stabilendo, di conseguenza, se il limite di pignorabilità degli stipendi sia applicabile ai compensi o agli emolumenti dell'amministratore stesso.

L'amministratore unico o il consigliere d'amministrazione di una società per azioni sono legati da un rapporto di tipo societario, e non da un rapporto di parasubordinazione, in considerazione dell'immedesimazione organica che si verifica tra persona fisica ed ente e dell'assenza del requisito della coordinazione. Per l’effetto, i predetti compensi non sono soggetti al limite di pignorabilità previsto dall’art. 545 del codice di procedura civile.