19 settembre 2017 - Fondo di solidarietà settore trasporto aereo - Indicazioni Inps12 settembre 2017 - Aspettativa per incarichi politici o sindacali: chiarimenti Inps per l'accredito dei contributi figurativi05 settembre 2017 - Ape volontaria - firmato il DPCM31 agosto 2017 - Fondo assistenza disabili gravi: ripartite tra le regioni le risorse per il 201725 agosto 2017 - Italia e Barbados: pubblicata la legge di ratifica della convenzione sulla doppia imposizione17 agosto 2017 - Il MISE conferma l’esenzione totale da tasse e contributi per le aree colpite dal sisma dopo il 24/8/2016.

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Amministratore di s.p.a.: natura del rapporto e pignorabilità dei compensi
09
feb
2017

La Corte di Cassazione a sezioni unite, con la pronuncia n. 1545 del 20 Gennaio 2017, risolve un annoso dibattito giurisprudenziale e dottrinale, relativo alla natura del rapporto esistente fra amministratore unico (o consigliere di amministrazione) e società per azioni, stabilendo, di conseguenza, se il limite di pignorabilità degli stipendi sia applicabile ai compensi o agli emolumenti dell'amministratore stesso.

L'amministratore unico o il consigliere d'amministrazione di una società per azioni sono legati da un rapporto di tipo societario, e non da un rapporto di parasubordinazione, in considerazione dell'immedesimazione organica che si verifica tra persona fisica ed ente e dell'assenza del requisito della coordinazione. Per l’effetto, i predetti compensi non sono soggetti al limite di pignorabilità previsto dall’art. 545 del codice di procedura civile.