04 marzo 2021 - Assegno di natalità: domande dal 3 marzo 02 marzo 2021 - DPCM 2 marzo 2021: Nuove misure anti COVID-19 in vigore dal 6 marzo 202101 marzo 2021 - Inserirei Amministrazioni: solo SPID dal 1° marzo23 febbraio 2021 - Proroga divieto spostamento tra Regioni sino al 27 marzo - Comunicato stampa CdM19 febbraio 2021 - Fondo Nuove Competenze: l’ANPAL recepisce la proroga al 30 giugno 2021 e modifica i termini della fase istruttoria18 febbraio 2021 - Riforma IRPEF: preannunciate semplificazione e razionalizzazione del prelievo15 febbraio 2021 - Buoni pasto e smart working: l’Agenzia delle Entrate conferma l’esenzione fiscale12 febbraio 2021 - Nuovo Esonero contributivo in alternativa a trattamenti di integrazione salariale, primi chiarimenti INPS

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Appalto e intermediazione illecita di manodopera – Potere di controllo
27
gen
2021

Nell’ipotesi in cui il committente (o società appaltante) svolga un intervento di controllo diretto sui lavoratori dall’appaltatore, si configura un’intermediazione illecita di manodopera; il mero coordinamento necessario ai fini del confezionamento di prodotti oggetto del contratto d’appalto, invece, non costituisce in sé intermediazione vietata di manodopera.

Diversamente, è lecito l’appalto di opere e servizi che, pur svolgendosi con una prestazione di manodopera, costituisca in sé un servizio, reso dall’appaltatore mediante un’organizzazione e una gestione autonome, senza l’ingerenza di interventi dispositivi di controllo da parte dell’appaltante sui lavoratori dell’appaltatore.

 

(Corte di Cassazione, ordinanza 22 gennaio 2021, n. 1403)