05 ottobre 2021 - Lavoratori Fragili - Proroga del regime di tutele fino al 31/12/202128 settembre 2021 - INPS: chiarimenti in ordine alla corretta determinazione dell’importo del contributo24 settembre 2021 - Green Pass - Obbligatorio dal 15 ottobre14 settembre 2021 - Contratto di rioccupazione, domande dal 15 settembre

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Apprendistato professionalizzante per giovani lavoratori abilitati alla professione
16
giu
2021

Con nota 31 maggio 2021, n. 873, l’Ispettorato nazionale del lavoro (INL) ha precisato che, salvo diversa previsione della contrattazione collettiva, il datore di lavoro può assumere un giovane lavoratore con contratto di apprendistato professionalizzante anche nell’ipotesi in cui quest’ultimo sia in possesso dell’abilitazione ad una specifica professione.

 

Come noto, ‘in tutti i settori di attività’ può essere assunto con contratto di apprendistato professionalizzante un giovane d’età compresa tra i 18 e i 29 anni per il conseguimento di una qualificazione professionale ai fini contrattuali (art. 44 del D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81).

 

Pertanto, ai fini dell’applicazione della disciplina dell’apprendistato professionalizzante è stabilito il solo requisito soggettivo relativo all’età anagrafica del lavoratore.

 

Per quanto afferisce l’attività formativa – elemento essenziale di tale tipologia contrattuale – la stessa deve essere svolta sotto la responsabilità del datore di lavoro ed è finalizzata all’acquisizione delle necessarie competenze tecnico-professionali.

 

Nel piano formativo individuale deve essere delineato un percorso formativo – coerente con le esigenze dell’impresa – e volto allo sviluppo di competenze integrative a quelle maturate dall’apprendista mediante l’abilitazione.

Ai fini della formazione di un lavoratore già dotato di una propria professionalità, è necessario che il programma formativo contempli l’acquisizione da parte dell’apprendista di nuove e ulteriori competenze, complementari a quelle già apprese durante il percorso di abilitazione.