17 novembre 2017 - Whistleblowing: approvata definitivamente la proposta di legge15 novembre 2017 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 201714 novembre 2017 - Assegno di natalità 2017 - DSU da presentare entro il 31 dicembre 201713 novembre 2017 - Controlli automatizzati: istituiti i codici tributo07 novembre 2017 - Distacco transnazionale - il Ministero aggiorna le faq27 ottobre 2017 - Edilizia: per l’iscrizione alle Casse edili è necessario il Durc

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Autocertificazione di malattia se non superiore a 3 giorni
07
lug
2017

È attualmente al vaglio del Senato una proposta di modifica della normativa che disciplina gli obblighi di attestazione in caso di assenza dal lavoro per i primi tre giorni di malattia.

L’attuale normativa prevede l’obbligo di certificare ogni assenza per malattia, anche se di breve durata, a opera del medico e previo accertamento dello stato di malattia.

Il disegno di legge, partendo dal presupposto che la malattia di breve durata è ricollegabile a sintomi riferiti dal paziente non suscettibili di essere effettivamente verificati dal medico propone che, laddove l’assenza sia di durata non superiore ai tre giorni, il lavoratore possa limitarsi a comunicare, sotto la sua responsabilità, «il proprio stato di salute» al medico il quale, senza dover provvedere ad alcuna visita o accertamento, lo comunica all’Inps e al datore di lavoro.