17 settembre 2018 - Crollo ponte Morandi: il MEF sospende gli adempimenti tributari06 settembre 2018 - Privacy: pubblicato in GU il decreto attuativo del GDPR24 agosto 2018 - Ministero del lavoro: rivalutate le prestazioni economiche per danno biologico da Luglio 201821 agosto 2018 - INAIL: rivalutazione dell'assegno di incollocabilità dal 1°Luglio 201820 agosto 2018 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di Luglio 201803 agosto 2018 - INL/Regione Lazio: sottoscritto un protocollo su monitoraggio e verifica dei tirocini25 luglio 2018 - Applicabilità ai lavoratori autonomi del principio di ‘sterilizzazione’ dei contributi ‘dannosi’ 02 luglio 2018 - 31 luglio 2018: scade il CCNL Commercio Confcommercio

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Benefici fiscali lavoratori impatriati
14
ott
2015

Con il decreto recante le misure per la crescita e l'internazionalizzazione delle imprese (D.Lgs. 147/2015), viene introdotto un regime fiscale speciale per i lavoratori impatriati.

Nello specifico, si tratta di un abbattimento della base imponibile ai fini fiscali nella misura del 30% per il periodo d’imposta in cui tali lavoratori trasferiscono in Italia la loro residenza e per i quattro successivi.

Le categorie dei soggetti che potranno beneficiare del predetto regime fiscale ed il coordinamento tra le diverse norme agevolative vigenti, verranno precisati in un Decreto ministeriale di prossima emanazione.

Si segnala infine che i predetti benefici termineranno il 31/12/2015 e non è ad oggi diffusa alcuna notizia su una loro riconferma per i prossimi anni.