18 aprile 2018 - Interpelli Agenzia delle Entrate: aggiornati gli indirizzi per l'invio16 aprile 2018 - Disponibili via web i modelli precompilati dell'Agenzia delle Entrate09 aprile 2018 - Rapporto biennale parità uomo - donna: scadenza il 30 aprile 06 aprile 2018 - Fissate le prestazioni economiche 2018 di malattia, maternità e tubercolosi05 aprile 2018 - Pensioni - l'INPS chiarisce i nuovi requisiti di accesso29 marzo 2018 - Linee di indirizzo triennali dell’azione in materia di politiche attive: pubblicato il decreto in GU22 marzo 2018 - Imprese sequestrate e confiscate: approvato il decreto sulla tutela del lavoro21 marzo 2018 - Ministero del Lavoro: ufficiali i dati sul deposito telematico degli accordi sui premi di produttività15 marzo 2018 - Consegna delle CU ai dipendenti entro il 31 marzo07 marzo 2018 - Entro il 7 marzo invio delle certificazioni uniche

POSTATO DA Arlati Ghislandi
CCNL Federmeccanica: linee guida per la Banca delle ore solidale
28
mar
2018

In data 26 marzo 2018 Federmeccanica, Assistal e Fim, Fiom Uilm hanno raggiunto un’intesa con riguardo ai criteri che presiedono al funzionamento della Banca ore solidale.

Come noto, l’articolo 24 del D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 151 prevede che i lavoratori possano cedere a titolo gratuito riposi e ferie maturati a vantaggio di lavoratori dipendenti dello stesso datore di lavoro, perché questi assistano i figli minori che per le proprie particolari condizioni di salute necessitano di cure costanti. L’Accordo stabilisce che l’istituto può essere attivato previa richiesta dei lavoratori o della RSU e sempre che i lavoratori beneficiari forniscano apposita ‘liberatoria’ in materia di trattamento dei dati personali. Le quote di ferie aggiuntive e di permessi retribuiti possono essere ceduti (al loro valore nominale lordo) solo se in relazione agli stessi il datore di lavoro non abbia già versato la corrispondente contribuzione previdenziale.

Le quote di permessi retribuiti e ferie ceduti saranno valorizzati in base alla retribuzione del lavoratore cedente; l’importo complessivo determinatosi sarà diviso per la retribuzione oraria del lavoratore beneficiario al fine di individuare il numero di ore di permesso fruibili dal lavoratore beneficiario della cessione.

L’accordo od il regolamento aziendale dovranno individuare condizioni, criteri e modalità che consentano l’effettiva applicazione dell’istituto.