02 luglio 2018 - 31 luglio 2018: scade il CCNL Commercio Confcommercio21 giugno 2018 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di maggio 201817 maggio 2018 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di aprile 201802 maggio 2018 - Rapporto sulla situazione del personale uomo donna: disponibile il manuale utente per l'invio18 aprile 2018 - Interpelli Agenzia delle Entrate: aggiornati gli indirizzi per l'invio16 aprile 2018 - Disponibili via web i modelli precompilati dell'Agenzia delle Entrate09 aprile 2018 - Rapporto biennale parità uomo - donna: scadenza il 30 aprile 06 aprile 2018 - Fissate le prestazioni economiche 2018 di malattia, maternità e tubercolosi05 aprile 2018 - Pensioni - l'INPS chiarisce i nuovi requisiti di accesso29 marzo 2018 - Linee di indirizzo triennali dell’azione in materia di politiche attive: pubblicato il decreto in GU

POSTATO DA Arlati Ghislandi
CIG ordinaria, straordinaria e mobilità: stanziate ulteriori risorse finanziarie
29
lug
2014

Con il Decreto interministeriale del 16 luglio 2014 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed il Ministero dell’Economia e delle Finanze, sono state destinate alle Regioni ed alle Province ulteriori risorse finanziarie per la copertura degli oneri relativi all’anno 2013.

Le somme messe a disposizione dell’INPS ammontano ad euro 400.000.000,00 e serviranno per finanziarie le prestazioni residue relative all’annualità 2013, per i trattamenti di CIG ordinaria, straordinaria e mobilità. Deve trattarsi di accordi stipulati entro e non oltre il 31/12/13 ed inviati all’INPS, dalle Regioni e Provincie autonome entro il 30/06/2014.

A seguito di tale Decreto, l’INPS con messaggio 6312 del 28 luglio 2014 ha comunicato che sarà possibile procedere al completamento delle autorizzazioni al pagamento delle prestazioni in deroga per i soli provvedimenti concessori inviati all’INPS, tramite la Banca dati Percettori, entro il 14 luglio 2014 per le prestazioni in deroga di competenza dell’anno 2013, e ai relativi pagamenti, nel rispetto dell’ordine cronologico di trasmissione dei suddetti provvedimenti attraverso la Banca dati percettori.