17 novembre 2017 - Whistleblowing: approvata definitivamente la proposta di legge15 novembre 2017 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 201714 novembre 2017 - Assegno di natalità 2017 - DSU da presentare entro il 31 dicembre 201713 novembre 2017 - Controlli automatizzati: istituiti i codici tributo07 novembre 2017 - Distacco transnazionale - il Ministero aggiorna le faq27 ottobre 2017 - Edilizia: per l’iscrizione alle Casse edili è necessario il Durc

POSTATO DA Arlati Ghislandi
CIGS per le imprese operanti in un’area di crisi industriale complessa
16
ott
2016

Con la circolare n.38, il Ministero del lavoro fornisce i primi chiarimenti operativi in merito alla disposizione con cui il decreto correttivo del Jobs Act (D. Lgs. N. 185 del 24 settembre 2016) ha introdotto un intervento straordinario di integrazione salariale, della durata massima di 12 mesi, a favore delle imprese operanti in un’area di crisi industriale complessa.

Per godere di questo ulteriore periodo di cassa integrazione, le imprese, devono avere già beneficiato a qualunque titolo della durata massima dei trattamenti di cassa integrazione guadagni straordinaria e, nell’annualità 2016 e devono altresì trovarsi nell’impossibilità di ricorrere ulteriormente ad un trattamento di integrazione salariale straordinaria.