14 agosto 2019 - FONDO EST: proroga del versamento di Agosto25 luglio 2019 - CCNL Dirigenti commercio: prorogata la scadenza al 31 dicembre 201915 luglio 2019 - Diritto dovere di istruzione e formazione: risorse finanziarie per Campania, Umbria e Veneto19 giugno 2019 - Ccnl Terziario: scadenza prorogata a dicembre 201918 giugno 2019 - CCNL Metalmeccanica – piccola e media industria (confapi): nuovi minimi retributivi da giugno 201915 luglio 2019 - Diritto dovere di istruzione e formazione: risorse finanziarie per Campania, Umbria e Veneto13 giugno 2019 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di Luglio 2019

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Contratti di prossimità: trattamento fiscale dell’indennizzo riconosciuto ai lavoratori
16
feb
2018

Con risoluzione n. 16/E del 15 febbraio 2018 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla corretta modalità di tassazione degli emolumenti corrisposti ai lavoratori dipendenti in esecuzione dei c.d. contratti collettivi di prossimità (art. 8 DL 13 agosto 2011, n. 138).

In particolare, si conferma che le indennità erogate a titolo di indennizzo, in esecuzione dei citati contratti finalizzati alla gestione delle crisi aziendali, concorrono alla formazione del reddito, ai sensi dell’art. 6, comma 2, del TUIR.

I contratti di prossimità sono, infatti, contratti stipulati a livello aziendale o territoriale che, al fine del perseguimento di specifici obiettivi (salvaguardia dell’occupazione, incremento della produttività e del salario ecc.), possono derogare alla legge o ai contratti collettivi nell’ambito di materie tassativamente indicate. Tra tali materie non è ricompresa la normativa fiscale.