17 settembre 2018 - Crollo ponte Morandi: il MEF sospende gli adempimenti tributari06 settembre 2018 - Privacy: pubblicato in GU il decreto attuativo del GDPR24 agosto 2018 - Ministero del lavoro: rivalutate le prestazioni economiche per danno biologico da Luglio 201821 agosto 2018 - INAIL: rivalutazione dell'assegno di incollocabilità dal 1°Luglio 201820 agosto 2018 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di Luglio 201803 agosto 2018 - INL/Regione Lazio: sottoscritto un protocollo su monitoraggio e verifica dei tirocini25 luglio 2018 - Applicabilità ai lavoratori autonomi del principio di ‘sterilizzazione’ dei contributi ‘dannosi’ 02 luglio 2018 - 31 luglio 2018: scade il CCNL Commercio Confcommercio

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Elezioni amministrative - gestione dei permessi elettorali
07
giu
2017

I lavoratori dipendenti impiegati nello svolgimento delle operazioni elettorali in qualità di componenti dei seggi hanno diritto ad un particolare trattamento economico disciplinato dall’art.11 della Legge 53/90 e dall'art. 1 della Legge n. 69/1992.

Le funzioni da svolgere nel seggio elettorale riguardano:

- presidente e vicepresidente di seggio;

- segretario;

- scrutatori;

- rappresentanti di lista o di partiti.

La partecipazione alle operazioni di voto per i predetti soggetti comporta l'applicazione della seguente disciplina:

- i giorni considerati lavorativi (per esempio lunedì, oppure anche il sabato se considerato lavorativo dal Ccnl applicato) devono essere retribuiti con la normale retribuzione come se il lavoratore avesse prestato normalmente l'attività lavorativa;

- i giorni festivi o non lavorativi danno diritto ad una quota giornaliera di retribuzione aggiuntiva rispetto alla normale oppure a giorni di riposo compensativi.