09 novembre 2018 - Rottamazione-ter: disponibili i modelli sul sito dell'Agenzia delle Entrate05 novembre 2018 - Agenzia delle Entrate-Riscossione: attivo il servizio "SALTA FILA" per i contribuenti26 ottobre 2018 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di Settembre 201826 ottobre 2018 - Apprendistato duale: accordo della Regione Veneto per artigianato e PMI17 settembre 2018 - Crollo ponte Morandi: il MEF sospende gli adempimenti tributari06 settembre 2018 - Privacy: pubblicato in GU il decreto attuativo del GDPR24 agosto 2018 - Ministero del lavoro: rivalutate le prestazioni economiche per danno biologico da Luglio 201821 agosto 2018 - INAIL: rivalutazione dell'assegno di incollocabilità dal 1°Luglio 201803 agosto 2018 - INL/Regione Lazio: sottoscritto un protocollo su monitoraggio e verifica dei tirocini25 luglio 2018 - Applicabilità ai lavoratori autonomi del principio di ‘sterilizzazione’ dei contributi ‘dannosi’

POSTATO DA Arlati Ghislandi
GDPR: approvato in via definitiva il decreto di armonizzazione
09
ago
2018

Con comunicato stampa dell’8 agosto 2018, è reso noto che il Consiglio dei Ministri ha adottato, in via definitiva, le disposizioni di adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 27 aprile 2016, n. 2016/679 (GDPR), in materia di protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e alla libera circolazione di tali dati.

 

Il decreto legislativo, il cui impianto normativo è stato sottoposto all’esame di una commissione appositamente costituita, introduce, al fine di semplificare l’applicazione delle norme, modificazioni al vigente D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, ‘nonostante il Regolamento abbia di fatto cambiato la prospettiva dell’approccio alla tutela della privacy rispetto al codice, introducendo il principio dell’accountability’.

 

In previsione di un riesame capillare dei contenuti dei provvedimenti del Garante, delle autorizzazioni generali e dei codici deontologici, è previsto un periodo transitorio volto a garantire continuità al vigente sistema normativo domestico.

 

In considerazione delle esigenze di semplificazione delle micro-imprese nonché delle piccole e medie imprese, il decreto dispone che il Garante preveda modalità semplificate di adempimento degli obblighi posti in capo al titolare del trattamento.