21 settembre 2017 - Lavoratori autonomi impatriati: detassati solo dal 201719 settembre 2017 - Fondo di solidarietà settore trasporto aereo - Indicazioni Inps12 settembre 2017 - Aspettativa per incarichi politici o sindacali: chiarimenti Inps per l'accredito dei contributi figurativi05 settembre 2017 - Ape volontaria - firmato il DPCM31 agosto 2017 - Fondo assistenza disabili gravi: ripartite tra le regioni le risorse per il 201725 agosto 2017 - Italia e Barbados: pubblicata la legge di ratifica della convenzione sulla doppia imposizione

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Giornalisti: nuove disposizioni per pensione e Cigs
31
mag
2017

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 123 del 29 maggio 2017 il D. L.. 69/2017 recante le disposizioni per l’incremento dei requisiti e la ridefinizione dei criteri per l’accesso ai trattamenti di pensione di vecchiaia anticipata dei giornalisti e per il riconoscimento degli stati di crisi delle imprese editrici.

Le disposizioni contenute nel Decreto entrerà in vigore il 13 giugno 2017.

Trattamento straordinario di integrazione salariale

Possono accedere al trattamento, a prescindere dal numero di dipendenti occupati dal datore di lavoro, i giornalisti professionisti, i pubblicisti, i praticanti dipendenti da imprese editrici di giornali quotidiani, periodici e agenzie di stampa a diffusione nazionale, nonché i dipendenti delle imprese editrici o stampatrici di giornali quotidiani, di periodici e delle agenzie di stampa a diffusione nazionale, anche apprendisti.

Esodo e prepensionamento

Per i giornalisti professionisti iscritti all'Inpgi, dipendenti dalle imprese editrici di giornali quotidiani, di giornali periodici e di agenzie di stampa a diffusione nazionale, in possesso di almeno 25 anni di anzianità contributiva, è ammessa la liquidazione anticipata della pensione di vecchiaia nei 5 anni che precedono il raggiungimento dell'età fissata prevista dalla legge.