23 novembre 2017 - Misure di contrasto alla povertà: disponibili le istruzioni operative INPS17 novembre 2017 - Whistleblowing: approvata definitivamente la proposta di legge15 novembre 2017 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 201714 novembre 2017 - Assegno di natalità 2017 - DSU da presentare entro il 31 dicembre 201713 novembre 2017 - Controlli automatizzati: istituiti i codici tributo07 novembre 2017 - Distacco transnazionale - il Ministero aggiorna le faq27 ottobre 2017 - Edilizia: per l’iscrizione alle Casse edili è necessario il Durc

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Giornalisti: nuove disposizioni per pensione e Cigs
31
mag
2017

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 123 del 29 maggio 2017 il D. L.. 69/2017 recante le disposizioni per l’incremento dei requisiti e la ridefinizione dei criteri per l’accesso ai trattamenti di pensione di vecchiaia anticipata dei giornalisti e per il riconoscimento degli stati di crisi delle imprese editrici.

Le disposizioni contenute nel Decreto entrerà in vigore il 13 giugno 2017.

Trattamento straordinario di integrazione salariale

Possono accedere al trattamento, a prescindere dal numero di dipendenti occupati dal datore di lavoro, i giornalisti professionisti, i pubblicisti, i praticanti dipendenti da imprese editrici di giornali quotidiani, periodici e agenzie di stampa a diffusione nazionale, nonché i dipendenti delle imprese editrici o stampatrici di giornali quotidiani, di periodici e delle agenzie di stampa a diffusione nazionale, anche apprendisti.

Esodo e prepensionamento

Per i giornalisti professionisti iscritti all'Inpgi, dipendenti dalle imprese editrici di giornali quotidiani, di giornali periodici e di agenzie di stampa a diffusione nazionale, in possesso di almeno 25 anni di anzianità contributiva, è ammessa la liquidazione anticipata della pensione di vecchiaia nei 5 anni che precedono il raggiungimento dell'età fissata prevista dalla legge.