23 novembre 2017 - Misure di contrasto alla povertà: disponibili le istruzioni operative INPS17 novembre 2017 - Whistleblowing: approvata definitivamente la proposta di legge15 novembre 2017 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 201714 novembre 2017 - Assegno di natalità 2017 - DSU da presentare entro il 31 dicembre 201713 novembre 2017 - Controlli automatizzati: istituiti i codici tributo07 novembre 2017 - Distacco transnazionale - il Ministero aggiorna le faq27 ottobre 2017 - Edilizia: per l’iscrizione alle Casse edili è necessario il Durc

POSTATO DA Arlati Ghislandi
INPS: doppia contribuzione per gli amministratori
21
set
2016

Con sentenza n. 17365 del 26 agosto 2016, la Corte di Cassazione ha precisato che sussiste l’obbligo di pagamento della doppia contribuzione INPS in caso di esercizio di attività di amministratore di società, sui compensi a tale titolo percepiti, e di socio lavoratore della stessa.

In particolare, la Corte precisa che se viene esercitata un’attività di lavoro autonomo affiancata ad una di collaborazione come socio lavoratore nell'impresa, ogni attività è da assoggettare al rispettivo regime previdenziale. Il c.d. principio dell’attività prevalente, infatti, opera solo in caso di contemporaneo esercizio dell’attività di commerciante, artigiano o coltivatore diretto.