17 maggio 2018 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di aprile 201802 maggio 2018 - Rapporto sulla situazione del personale uomo donna: disponibile il manuale utente per l'invio18 aprile 2018 - Interpelli Agenzia delle Entrate: aggiornati gli indirizzi per l'invio16 aprile 2018 - Disponibili via web i modelli precompilati dell'Agenzia delle Entrate09 aprile 2018 - Rapporto biennale parità uomo - donna: scadenza il 30 aprile 06 aprile 2018 - Fissate le prestazioni economiche 2018 di malattia, maternità e tubercolosi05 aprile 2018 - Pensioni - l'INPS chiarisce i nuovi requisiti di accesso29 marzo 2018 - Linee di indirizzo triennali dell’azione in materia di politiche attive: pubblicato il decreto in GU22 marzo 2018 - Imprese sequestrate e confiscate: approvato il decreto sulla tutela del lavoro21 marzo 2018 - Ministero del Lavoro: ufficiali i dati sul deposito telematico degli accordi sui premi di produttività

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Lavoratori Impatriati: istruzioni per la restituzione delle maggiori imposte versate nel 2016
23
apr
2018

Con Provvedimento 20 aprile 2018, n. 85330, l’Agenzia delle Entrate ha fornito opportune precisazioni con riguardo all’eventualità che il lavoratore impatriato che abbia optato per il regime di tassazione di cui all’articolo 8-bis del D.L. 16 ottobre 2017, n. 148, abbia versato maggiori imposte per il periodo d’imposta 2016.

Infatti, l’esercizio della predetta opzione produce effetti per il periodo compreso tra il 2017 e il 2020. Con riguardo all’anno 2016, trova invece applicazione il regime fiscale di cui alla Legge 30 dicembre 2010, n. 238, che comporta l’assoggettamento a tassazione dei redditi di lavoro dipendente od autonomo nella misura del 20%, se trattasi di una lavoratrice, o del 30% quando trattasi di un lavoratore (è esclusa l’applicazione del regime di tassazione calcolata sul 70% della retribuzione percepita ai sensi dell’articolo 16, comma 4 del D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 147).

Giusto quanto sora, l’agenzia delle Entrate ha prospettato, ai fini del rimborso delle maggiori imposte versate dal contribuente con riferimento al periodo di imposta 2016, le seguenti soluzioni alternative:

1)    presentare una dichiarazione integrativa della dichiarazione dei redditi relativi al periodo di imposta 2016;

2)    presentare un’istanza di rimborso in carta libera all’Ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate competente per territorio in base al domicilio fiscale eletto dal contribuente interessato alla data in cui la dichiarazione dei redditi relativi al periodo di imposta 2016 è stata presentata o avrebbe dovuto essere presentata.