21 settembre 2017 - Lavoratori autonomi impatriati: detassati solo dal 201719 settembre 2017 - Fondo di solidarietà settore trasporto aereo - Indicazioni Inps12 settembre 2017 - Aspettativa per incarichi politici o sindacali: chiarimenti Inps per l'accredito dei contributi figurativi05 settembre 2017 - Ape volontaria - firmato il DPCM31 agosto 2017 - Fondo assistenza disabili gravi: ripartite tra le regioni le risorse per il 201725 agosto 2017 - Italia e Barbados: pubblicata la legge di ratifica della convenzione sulla doppia imposizione

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Lavoro all’estero: le indennità sono computabili nel TFR
27
apr
2016

La Corte di Cassazione, con recente sentenza, è intervenuta in materia di TFR precisando che alle indennità riconosciute da un datore di lavoro italiano a favore di un dipendente che presti la sua attività all’estero, debba essere riconosciuta natura retributiva, non di rimborso spese, e pertanto le stesse sono quantificabili nel trattamento di fine rapporto.

La sentenza precisa, inoltre, che tale natura deve essere riconosciuta come compenso per il disagio sofferto dal lavoratore durante la prestazione estera, ma anche come compenso per la professionalità richiesta allo stesso.