19 febbraio 2018 - Mod. 770/2018: Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione12 febbraio 2018 - Comuni colpiti dal sisma nel 2016 e 2017: pubblicato l’elenco dei beneficiari ammessi alle agevolazioni previste per la Zona franca urbana 01 febbraio 2018 - Prospetto informativo disabili: posticipato l’invio al 28 febbraio 201824 gennaio 2018 - Giornalisti: pubblicati i minimali e i massimali per il 201811 gennaio 2018 - Pensioni: reso noto il calendario dei pagamenti 201802 gennaio 2018 - Tabelle ACI 2018: pubblicate in gazzetta ufficiale18 dicembre 2017 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di novembre 201711 dicembre 2017 - ANPAL: DID – a regime le nuove modalità di registrazione06 dicembre 2017 - Il Decreto fiscale è legge - Pubblicata la legge n.172/2017 c.d. collegato fiscale alla Legge di Bilancio 201830 novembre 2017 - Reddito di inclusione - dal 1° dicembre le domande

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Lavoro all’estero: le indennità sono computabili nel TFR
27
apr
2016

La Corte di Cassazione, con recente sentenza, è intervenuta in materia di TFR precisando che alle indennità riconosciute da un datore di lavoro italiano a favore di un dipendente che presti la sua attività all’estero, debba essere riconosciuta natura retributiva, non di rimborso spese, e pertanto le stesse sono quantificabili nel trattamento di fine rapporto.

La sentenza precisa, inoltre, che tale natura deve essere riconosciuta come compenso per il disagio sofferto dal lavoratore durante la prestazione estera, ma anche come compenso per la professionalità richiesta allo stesso.