19 febbraio 2018 - Mod. 770/2018: Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione12 febbraio 2018 - Comuni colpiti dal sisma nel 2016 e 2017: pubblicato l’elenco dei beneficiari ammessi alle agevolazioni previste per la Zona franca urbana 01 febbraio 2018 - Prospetto informativo disabili: posticipato l’invio al 28 febbraio 201824 gennaio 2018 - Giornalisti: pubblicati i minimali e i massimali per il 201811 gennaio 2018 - Pensioni: reso noto il calendario dei pagamenti 201802 gennaio 2018 - Tabelle ACI 2018: pubblicate in gazzetta ufficiale18 dicembre 2017 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di novembre 201711 dicembre 2017 - ANPAL: DID – a regime le nuove modalità di registrazione06 dicembre 2017 - Il Decreto fiscale è legge - Pubblicata la legge n.172/2017 c.d. collegato fiscale alla Legge di Bilancio 201830 novembre 2017 - Reddito di inclusione - dal 1° dicembre le domande

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Legittimo il licenziamento se il dipendente non accerta l’invio del certificato telematico di malattia all’INPS
27
lug
2016

La Suprema Corte ha statuito che è obbligo del dipendente che si assenti per malattia verificare che:

-          il medico emetta il certificato medico;

-          la procedura telematica di trasmissione del relativo certificato all’ INPS sia avvenuta correttamente, chiedendo il numero di protocollo telematico che identifica il certificato.

È infatti legittimo il licenziamento disciplinare intimato per una prolungata assenza ingiustificata qualora all’istituto non pervenga la certificazione richiesta ed il datore non possa effettuare il relativo controllo.