21 settembre 2017 - Lavoratori autonomi impatriati: detassati solo dal 201719 settembre 2017 - Fondo di solidarietà settore trasporto aereo - Indicazioni Inps12 settembre 2017 - Aspettativa per incarichi politici o sindacali: chiarimenti Inps per l'accredito dei contributi figurativi05 settembre 2017 - Ape volontaria - firmato il DPCM31 agosto 2017 - Fondo assistenza disabili gravi: ripartite tra le regioni le risorse per il 201725 agosto 2017 - Italia e Barbados: pubblicata la legge di ratifica della convenzione sulla doppia imposizione

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Misure sul cuneo fiscale – approvato il Decreto Legge
22
apr
2014

È stato approvato nel Consiglio dei Ministri del 18 aprile il Decreto Legge per il rilancio dell’economia del Paese.

Il testo del provvedimento approvato non è stato ancora reso pubblico e pertanto per la definitività delle misure adottate si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Tra gli interventi di interesse per i lavoratori è previsto un bonus in busta paga a partire da maggio per chi percepisce redditi fino a 26mila euro l’anno, in totale 10 milioni di lavoratori.

In particolare, 80 euro al mese finiranno ai circa 6 milioni di dipendenti con un reddito tra 16mila e 25mila euro l’anno. Agli altri arriva un bonus pari al 4% del reddito complessivo se la dichiarazione si ferma sotto quota 16mila euro annui, e decrescente in modo proporzionale per chi guadagna poco più di 25mila euro.

Per le imprese il decreto sul cuneo fiscale porterà in dote un risparmio Irap del 10%. Un risparmio corrispondente a un taglio dell’aliquota ordinaria dello 0,4% (dal 3,9 al 3,5), che quest’anno però porterà benefici dimezzati per effetto dell’acconto 2014 fissato al 3,7%. La riduzione dell’aliquota agisce su tutte le categorie di contribuenti.