19 febbraio 2018 - Mod. 770/2018: Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione12 febbraio 2018 - Comuni colpiti dal sisma nel 2016 e 2017: pubblicato l’elenco dei beneficiari ammessi alle agevolazioni previste per la Zona franca urbana 01 febbraio 2018 - Prospetto informativo disabili: posticipato l’invio al 28 febbraio 201824 gennaio 2018 - Giornalisti: pubblicati i minimali e i massimali per il 201811 gennaio 2018 - Pensioni: reso noto il calendario dei pagamenti 201802 gennaio 2018 - Tabelle ACI 2018: pubblicate in gazzetta ufficiale18 dicembre 2017 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di novembre 201711 dicembre 2017 - ANPAL: DID – a regime le nuove modalità di registrazione06 dicembre 2017 - Il Decreto fiscale è legge - Pubblicata la legge n.172/2017 c.d. collegato fiscale alla Legge di Bilancio 201830 novembre 2017 - Reddito di inclusione - dal 1° dicembre le domande

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Nuovo ravvedimento operoso 2016
16
dic
2015

In materia di ravvedimento operoso, l’articolo 1 del Decreto del Ministero dell’Economia dell’11 dicembre 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 291 del 15 dicembre 2015, stabilisce la misura del saggio degli interessi legali (ex art. 1284 cod. civ.) con decorrenza 1 gennaio 2016.

Predetta misura, dal 2016, viene ridotta allo 0,2% in ragione d'anno, a fronte dell’attuale 0,5% da applicare per regolarizzare gli omessi o tardivi versamenti fino al 31 dicembre 2015.

Infine, sempre a partire dal prossimo anno, ricorrendo al ravvedimento operoso, si applicheranno le seguenti sanzioni:

- sanzione giornaliera dello 0,1% per i ritardi fino a 14 giorni;

- sanzione fissa dell’1,5% per i ritardi da 15 a 30 giorni;

- sanzione dell’1,67% per i ritardi da 31 a 90 giorni.