27 novembre 2018 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di Ottobre 201809 novembre 2018 - Rottamazione-ter: disponibili i modelli sul sito dell'Agenzia delle Entrate05 novembre 2018 - Agenzia delle Entrate-Riscossione: attivo il servizio "SALTA FILA" per i contribuenti26 ottobre 2018 - Apprendistato duale: accordo della Regione Veneto per artigianato e PMI17 settembre 2018 - Crollo ponte Morandi: il MEF sospende gli adempimenti tributari06 settembre 2018 - Privacy: pubblicato in GU il decreto attuativo del GDPR24 agosto 2018 - Ministero del lavoro: rivalutate le prestazioni economiche per danno biologico da Luglio 201821 agosto 2018 - INAIL: rivalutazione dell'assegno di incollocabilità dal 1°Luglio 201803 agosto 2018 - INL/Regione Lazio: sottoscritto un protocollo su monitoraggio e verifica dei tirocini25 luglio 2018 - Applicabilità ai lavoratori autonomi del principio di ‘sterilizzazione’ dei contributi ‘dannosi’

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Nuovo ravvedimento operoso 2016
16
dic
2015

In materia di ravvedimento operoso, l’articolo 1 del Decreto del Ministero dell’Economia dell’11 dicembre 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 291 del 15 dicembre 2015, stabilisce la misura del saggio degli interessi legali (ex art. 1284 cod. civ.) con decorrenza 1 gennaio 2016.

Predetta misura, dal 2016, viene ridotta allo 0,2% in ragione d'anno, a fronte dell’attuale 0,5% da applicare per regolarizzare gli omessi o tardivi versamenti fino al 31 dicembre 2015.

Infine, sempre a partire dal prossimo anno, ricorrendo al ravvedimento operoso, si applicheranno le seguenti sanzioni:

- sanzione giornaliera dello 0,1% per i ritardi fino a 14 giorni;

- sanzione fissa dell’1,5% per i ritardi da 15 a 30 giorni;

- sanzione dell’1,67% per i ritardi da 31 a 90 giorni.