17 novembre 2017 - Whistleblowing: approvata definitivamente la proposta di legge15 novembre 2017 - TFR: aggiornato il coefficiente di rivalutazione per il mese di ottobre 201714 novembre 2017 - Assegno di natalità 2017 - DSU da presentare entro il 31 dicembre 201713 novembre 2017 - Controlli automatizzati: istituiti i codici tributo07 novembre 2017 - Distacco transnazionale - il Ministero aggiorna le faq27 ottobre 2017 - Edilizia: per l’iscrizione alle Casse edili è necessario il Durc

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Patto di prova nullo: effetti sul licenziamento
13
set
2016

La nullità del patto di prova non dà luogo - in automatico – alla ricostituzione del posto di lavoro, con conseguenti effetti risarcitori.

In presenza di un patto di prova nullo, infatti, il licenziamento per mancato superamento del periodo di prova è assoggettato disciplina limitativa dei licenziamenti, per cui la tutela da riconoscere al lavoratore è quella prevista dall’art. 18 della legge 300/70, qualora il datore di lavoro non alleghi e dimostri la insussistenza del requisito dimensionale, o quella riconsciuta dalla legge 604/66, in difetto di condizioni necessarie per l’applicabilità della tutela reale.