21 settembre 2017 - Lavoratori autonomi impatriati: detassati solo dal 201719 settembre 2017 - Fondo di solidarietà settore trasporto aereo - Indicazioni Inps12 settembre 2017 - Aspettativa per incarichi politici o sindacali: chiarimenti Inps per l'accredito dei contributi figurativi05 settembre 2017 - Ape volontaria - firmato il DPCM31 agosto 2017 - Fondo assistenza disabili gravi: ripartite tra le regioni le risorse per il 201725 agosto 2017 - Italia e Barbados: pubblicata la legge di ratifica della convenzione sulla doppia imposizione

POSTATO DA Arlati Ghislandi
Patto di prova nullo: effetti sul licenziamento
13
set
2016

La nullità del patto di prova non dà luogo - in automatico – alla ricostituzione del posto di lavoro, con conseguenti effetti risarcitori.

In presenza di un patto di prova nullo, infatti, il licenziamento per mancato superamento del periodo di prova è assoggettato disciplina limitativa dei licenziamenti, per cui la tutela da riconoscere al lavoratore è quella prevista dall’art. 18 della legge 300/70, qualora il datore di lavoro non alleghi e dimostri la insussistenza del requisito dimensionale, o quella riconsciuta dalla legge 604/66, in difetto di condizioni necessarie per l’applicabilità della tutela reale.